3E Ingegneria

Studio di fattibilità preliminare - Prima di avviare ogni attività onerosa può essere utile fare uno studio preliminare di fattibilità tecnico-ambientale che porti a definire di massima il lay-out della centrale e i tracciati della linea di collegamento alla rete elettrica e del metanodotto ed evidenzi, su basi concrete, la possibilità di portare a buon fine gli studi di impatto ambientale.

Studio preliminare dei collegamenti alla rete elettrica e del gas: studio dei punti di derivazione ottimali dalle reti e dei tracciati della linea e del gasdotto di collegamento; predisposizione dei documenti per le richieste preliminari a GRTN e SNAM Rete Gas; esame delle controproposte e assistenza tecnica alla loro discussione.

Progetto preliminare della centrale e delle opere connesse: comprende il progetto di massima, nei termini previsti dalla legislazione in vigore e secondo le prassi consolidate nell’ambito degli organismi di controllo, della centrale completa degli impianti annessi e dei fabbricati, della linea elettrica e delle stazioni di collegamento alla rete di trasmissione nazionale e il metanodotto. Il progetto è condotto sulla base di cartografia adeguata, di sopralluoghi in sito e, quando necessario, di rilievi in sito.

Studio di impatto ambientale della centrale e delle opere connesse: lo studio è sviluppato secondo le indicazioni della legislazione ambientale vigente e secondo le prassi consolidate nell’ambito degli organismi di controllo; un quadro programmatico descrive gli strumenti programmatici in vigore e come la nuova opera vi si inserisce; un quadro progettuale descrive l’opera stessa evidenziando le caratteristiche che determinano interazione ambientale; un quadro ambientale infine che dopo aver caratterizzato l’area interessata in termini di geografia fisica e antropica, vincoli pianificatori, componenti ambientali chiamate in causa, effettua analisi matematiche e strumentali di dette componenti ambientali (atmosfera, suolo e sottosuolo, ecosistema, fauna e flora, salute pubblica, radiazioni ionizzanti e non, rumori e vibrazioni, paesaggio) per dimostrare la compatibilità dell’opera nel rispetto delle normative esistenti Assistenza tecnica durante gli iter autorizzativi: durante l’iter autorizzativo gli organismi preposti alla valutazione di impatto ambientale possono richiedere chiarimenti verbali durante le sedute, integrazioni dei documenti presentati varianti progettuali o analisi aggiuntive.
Affinché questo avvenga in modo coerente con i documenti presentati è sempre opportuna che l’assistenza tecnica all’iter autorizzativi sia assicurata da coloro che hanno provveduto alla predisposizione di tali documenti.
 

Sei qui  : Home Attività tecniche per l'iter autorizzativo alla costruzione di nuove centrali termoeletriche